La storia - JJF Softair

Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia



 Il gruppo nasce durante una stanca sessione di D&D, nel bel mezzo del freddo inverno 1991 – 1992.         
Si  tratta di un gruppo eterogeneo di amici, da sempre appassionati del  gioco di ruolo, che un po’ stanchi di immaginarsi i propri alter ego in  mezzo a furibonde sparatorie ed eroiche missioni di combattimento  decidono di diventare protagonisti in prima persona, sia pure solo per  gioco.        
Reperite  le prime pistole a gas e vestiti un po’ come capita i nostri si danno  appuntamento tutti il sabato pomeriggio su di un piccolissimo campo  privato, sulle sponde del fiume Serio; le forze dell’ ordine sono  magnanime e chiudono volentieri un occhio, visto che sono soliti  ritrovarsi in un piazzale antistante la locale caserma dei Carabinieri.        
Il  passaparola funziona e cosi ben presto il gruppo conta una decina di  unità; ragazzi dai 16 ai 26 anni, chi impegnati nello studio chi nel  lavoro.        
La  volontà di migliorarsi e di uscire dallo stato di illegalità porta i  nostri a creare un associazione: nascono i TOMAHAWCK la sezione  distaccata di un noto gruppo milanese; le PAPERE DI GOMMA è il 1993.        
 Le  cose si fanno un po’ più serie, nasce il concetto di squadra, si  comincia a curare il mimetismo, i fucili elettrici sono ormai lo  standard, e anche la burocrazia fa la sua comparsa sotto forma di  elezioni dei rappresentanti di associazione; in questo periodo la  squadra comincia a confrontarsi con altre realtà del mondo del SOFT AIR,  altre squadre, altri campi, ed è proprio in questo periodo che viene  inaugurato un nuovo campo sempre sulle rive del Serio.               
Forse  si tratta del passo più lungo della gamba, molti abbandonano spaventati  dal eccessiva serietà, alcuni chiamati alle armi sono costretti allo  stop, i TOMAHAWCK si sciolgono poco dopo più di un anno di attività.
Tuttavia  il  gruppo non si esaurisce del tutto alcuni vecchi soci con alcuni nuovi  entusiasti del gioco tengono duro, scoprono che pochi chilometri più in  la nel bresciano c’è uno sparuto gruppo di appassionati, si uniscono le  forze e insieme si decide di riprovarci, stavolta come gruppo autonomo: è  l’estate del 1995 nascono i JUMPIN’ JACK FLASH.        
Il  nuovo presidente è un giovane negoziante di articoli da soft air, il  suo negozio diventa il punto di riferimento di tutti gli appassionati  della zona, viene persino inaugurato un nuovo campo privato a FORESTO  SPARSO (BG), la squadra diventa un andirivieni di nuovi e vecchi soci,  nuovi che entrano per la prima volta nel giro e vecchi che vinti dalla  nostalgia vi rientrano dopo tanto tempo; tuttavia anche la defezione  sono numerose tanto che il numero complessivo dei soci si mantiene  costante sulle 20 unità.        
La  squadra c’è, uno zoccolo duro di soci porta avanti il discorso e  sopravvive alla chiusura del negozio che ne era il cuore pulsante, il  calendario si intensifica, cominciano pure le partecipazioni ai tornei  di specialità mentre si stringono amicizie nuove con altri gruppi della  zona di Brescia, le trasferte si fanno sempre più frequenti e lunghe  portano i JJF in tutta la Lombardia ed oltre.        
Siamo  così giunti al 1998, la squadra entra in una nuova fase di transazione,  i vertici cambiano e il nuovo presidente da il via ad una serie di  cambiamenti che trasformeranno il volto della squadra sia sul campo che  sul piano logistico amministrativo, nuovi soci, nuove idee e nuovo modo  di affrontare i problemi di sempre portano i JJF a ridisegnare i propri  rapporti sia con le forze dell’ordine, sia con i privati proprietari del  campo da gioco.        
Ecco  perché nonostante il permanere di problemi proprio con questi ultimi, i  JJF non si arrendono, ed hanno deciso di rinnovare il proprio statuto  in favore  della nuova normativa sulle associazioni senza scopo di lucro:  affiliandosi all’Associazione Italiana Cultura e Sport  nella speranza  di vedere crescere ancora questo sport chiamato SOFT AIR            .                           
                  
LAMERA VALTER           
(UNO DI QUELLI CHE C’ERA FIN DALL’INIZIO)  
 
Powered by Francesco Bonetti
Torna ai contenuti | Torna al menu